Disfruta del turismo rural en Cantabria en la Posada rural el Remanso, cerca de Cabarceno y Santander

RESERVA ONLINE

BUSCAR

Laredo

 

 Nella costa orientale della Cantabria:

 

È una “delle quattro ville del mare„ con il San Vicente, Castro Urdiales e Santander. Sembra in cantigas di Alfonso X la persona saggia ed inoltre le relative menzioni di lineage indossano Quixote quando descrive. Era Puerto reale per l'unione con Europa. Inchiodato fra la baia delle risate di Santoña di Treto e, è una delle località turistiche principali non solo del litorale di Cantabria, ma di tutto il litorale spagnolo.

 Passeggiando per Laredo

La villa si estende in un affluente differenziato dei tre settori: Vecchia Puebla ed il sobborgo, la zona di Ensanche, ed il prolungamento di questo fino al puntello.

In primo luogo di loro, vecchia Puebla ed il relativo sobborgo (costruiti più successivamente), era artistico storico unito dichiarato in 1970. È il centro primitivo della popolazione, con l'origine nell'età media, ed ancora conserva il resto delle relative vecchie pareti. Uno è una struttura delle vie laterali, rúas denominati, fra il quel case notevoli dell'aumento di secoli XVI al XVIII, come quello del mare della famiglia, quello del Marquise di Arcentales, quello del Gunner, quello della falce, Strada del Gutiérrez… Alla parte superiore di questo piccolo villaggio il tempiale gotico di Asuncio'n è elevato, costruito fra i secoli XIII e XVIII, e quello alloggia nel relativo interiore il altarpiece di Bethlehem, uno dei gioielli della scultura di flamenco di policromada.

 

  {googleDir hide_direction_text=1from="Riotuerto" to="43.411483,-3.412477"}   

La seconda zona del poblamiento attuale di Laredo è ben nota come Ensanche (zona livellata fino alla sede di Carlos V), dove oggi il nucleo commerciale è individuato, amministrativo e dei servizi. Per concludere, fra la sede di Carlos V ed il puntello, sono situati a tre viali lunghi che funzionano parallelamente, fiancheggiato da due spiagge della villa. In loro l'ospedale aumenta a tantissime residenze (alcune di cui corrispondono all'asta di città-progettazione degli anni 60) e. In questa zona parcheggia e le sedi sono state costruite agli anni vari nell'ultimo in cui dà risalto alla sua scommessa dall'arte.

Gastronomia e natura 

Alla conclusione di questa zona è elevato, nel puntello, il randello nautico, impelling pioniere del turismo a Laredo ed organizzare esperto di più alti concorsi nautici. Ma il patrimonio allineare di Laredo risiede in relativa natura eccezionale: di un lato, la spiaggia del rivenditore, quell'la spiega nella zona interna delle risate di Treto; nell'altro, l'insieme fantastico della spiaggia e delle dune che forma quello denominato “io ha risparmiato„, davanti il Golfo di Biscaglia, ed in quanto le onde prestigious della bandierina blu che assegna l'europeo del sindacato. Fra le relative celebrazioni, Laredo dà risalto a specialmente da quale celebra ultimo venerdì di agosto, “la battaglia floreale„, che è di interesse turistico e di esso è effettuato da una parata dei galleggianti. La sua gastronomia sta specializzata in pesci ( bello, sardine, bocciarde, ecc.), sebbene anche si distingue per i formaggi ed incluso organizza una fiera annuale dedicato a questo prodotto e chiamato la "rupe".

De antaño le viene a esta Villa marinera la relevancia de su puerto , el cual fue proclamado como "puerto real" para la unión con Europa. Ubicada entre la ría de Treto y la bahía de Santoña, es uno de los principales centros turísticos cuya importancia turística ha traspasado los limites de la costa cántabra para colocarse a la cabeza de la demanda turística del litoral español.

 De turismo por la Villa:

 Pueden diferenciarse  tres areas fundamentales: por un lado La "Puebla Vieja" y "el Arrabal", por el otro, la "zona del Ensanche", y finalmente la la prolongación de éste hasta el Puntal de Laredo. la Puebla Vieja y su Arrabal, cuya construcción se hizo con posterioridad, fue declarada conjunto histórico artístico en 1970. El centro de Laredo, con origen en la Edad Media, aún conserva restos de sus antiguas murallas.

 

Cabe mencionar que entre la Plaza de Carlos V y el Puntal nos encontramos con tres largas avenidas que discurren en paralelo, flanqueadas por las dos playas de la villa. En ellas se levantan un gran número de residencias, cafeterías, restaurantes, el hospital y varios parques y plazas en las que destaca su apuesta por el arte.

 Al final de esta zona se erige, en el Puntal, el Club Náutico, protagonista e impulsor del turismo de Laredo, gracias a su construcción laredo es sede de las más altas competiciones náuticas .

 Playa y Naturaleza:

Pero si por algo destaca la Villa es por su excepcional recurso natural: por un lado un lado, la playa del Regatón, cuyo desarrollo se encuentra en la cara interna de la ría de Treto; por el otro, el bello conjunto de playa y dunas que forma la denominada playa de la "Salvé", donde ondea la prestigiosa bandera azul que concede la Unión Europea, orgullo de los Laredanos.

 

 

 

                 {googleDir hide_direction_text=1 from="Riotuerto" to="43.411483,-3.412477"}